domenica 26 febbraio 2012

I tamales - involtini di merluzzo, verza e carote

I tamales sono un piatto messicano e dell'America Latina in generale. Da quello che ho potuto capire durante il mio viaggio di nozze in Messico, la parola "tamale" indica tutti i piatti che sono avvolti in qualcosa. A San Cristòbal de las Casas erano inclusi nel cosiddetto desajuno chiapaneco (colazione del Chiapas). Tale colazione prevede frutta fresca, caffè o cioccolata, pane e, appunto, due tamales. Visto che la sera prima non avevo mangiato nulla sono stata molto contenta di sperimentare cotanto ben di Dio. Questi tamales consistevano in due specie di enormi polpette di polenta e pollo piccante avvolte l'una in una foglia di banano, l'altra nelle foglie di mais. Sono assolutamente deliziosi, anche se un po' impegnativi come colazione!

Come vi dicevo, venerdì è venuta a pranzo Julie e come secondo piatto le ho fatto una mia rivisitazione dei tamales, stavolta a base pesce e assolutamente light, ma deliziosi!





Ingredienti per due persone:
4 grandi foglie di verza
2 filetti di merluzzo
150 g di carote
2 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale

Procedimento:
Sbollentate la verza e, una volta che le foglie sono abbastanza cotte da piegarsi, tuffatele in acqua fredda per mantenere il colore brillante. Nella stessa acqua sbollentate anche le carote tagliate a pezzetti, scolatele (tendo l'acqua, ci serve per dopo) e frullatele con un pizzico di sale. Tagliate il merluzzo a cubetti e procedete all'assemblaggio dell'involtino:
stendete la foglia di verza, spalmatela con un quarto della crema di carote e disponete un quarto dei cubetti di merluzzo al centro. Arrotolate e ponete su un cestello in bamboo per la cottura a vapore.
Fate lo stesso con le altre tre foglie e cuocete a vapore direttamente sull'acqua in cui avevamo bollito verza e carote.

E' un piatto delicatissimo, fate attenzione a dosare bene l'olio (che soprattutto in questo caso deve essere buono) e il sale nella crema di carote, perché sono gli unici condimenti di tutto il piatto.

Si è verificato un errore nel gadget